Cuoca Per Diletto 15-20 min. 2-3 ore min.

La regione di origine è incerta, essendo considerato un piatto tipico della cucina di varie zone, come : Lazio, Campania, Lombardia, Toscana e Veneto ma seppur  preparata diversamente  da zona a zona ,risulta sempre buona e ricca di sapore.

La pasta e fasòi è una minestra asciutta e densa e che nel Veneto si cuoce nel coccio, la preparazione è semplice ma il suo sapore è robusto e ruvidamente plebeo, escogitato dalla fantasia dei poveri ,  insuperabili nell’arte di mangiar bene con poco a disposizione. Sembra che le sue origini risalgono al ‘500 , durante il dominio spagnolo nella penisola.

 

Pasta e fagioli alla veneta

Ingredienti per 4 persone:

 

  • Maccheroncini        gr.100
  • borlotti secchi          gr.250
  • pancetta in una sola fetta gr.60
  • cipolla pz. 1
  • rosmarino nr. 2 rametti
  • patata pz. 1
  • bicarbonato 1 pizzico
  • olio extra vergine d’oliva, sale e pepe

 

Lasciate in ammollo per 10-12 ore i fagioli con acqua fredda e un pizzico di bicarbonato. Preparate in una casseruola di rame stagnato un battuto con la pancetta, la cipolla e gli aghi di rosmarino. Fatelo rosolare in una pentola con qualche cucchiaio di olio per 6-7 minuti. scolate i fagioli e metteteli ad insaporire nel battuto, poi aggiungere 1 lt e mezzo di acqua. salate e portate a bollore, unite la patata intera pelata e proseguite la cottura a fuoco moderato per circa 2- 3 ore. Al termine passate nel passaverdure circa un terzo di fagioli e la patata, quindi unite al passato il resto della minestra. Aggiustate di sale e pepe e se la minestra risultasse troppo densa, allungate con qualche mestolo di acqua calda. Versate la pasta e portate  a cottura. servite completando le porzioni con un filo d’olio.

Pasta_fagioli_02

Pasta_fagioli_01