Cuoca Per Diletto 10 min. 15 min.

Ecco un’altra ricetta delle Sorelle Simili: una garanzia! Questi grissini riescono sempre benissimo, li ho preparati diverse volte e personalmente non credo siano troppo laboriosi da realizzare. In ogni caso la soddisfazione è enorme e compensa ampiamente il lavoro. E poi sono fatti in casa senza grassi particolari, conservanti o altro…volete mettere?

 

GRISSINI TORINESI STIRATI

 

Ingredienti:

  • Farina 0 gr.500
  • Acqua gr.250-280
  • Lievito di birra gr.15
  • Sale gr.8
  • Olio di oliva gr.50
  • Malto d’orzo 1 cucchiaino (Io sostituisco col miele)
  • Farina di semola di grano duro
  • Altro olio per pennellare

 

Fare la fontana, amalgamare al centro tutti gli ingredienti e impastare per 10-12 minuti battendo energicamente.

L’impasto non deve essere troppo morbido. Stendere l’impasto in un rettangolo di cm 30×10, mantenendo la forma il più regolare possibile. Appoggiare l’impasto su uno strato di farina di semola di grano duro, pennellare abbondantemente con olio d’oliva la superficie e i lati e cospargere con altra semola. Coprire a campana e lasciar lievitare 50-60 minuti.

Con un coltello o un tarocco tagliare dal lato corto dei bastoncini larghi circa un dito, senza smuovere troppo la pasta afferrarli al centro con le dita e assottigliarli tirandoli delicatamente e spostando contemporaneamente le dita verso l’esterno mano a mano che la pasta si assottiglia. Disporli sulla teglia regolando con le dita lo spessore della pasta. Se il grissino risulta troppo lungo, tagliatelo al limite della teglia, e il pezzetto che rimane cuocetelo così come è poiché non è possibile reimpastarlo.

Mettere subito in forno a 200° per 18-20 minuti.

Note: Io impasto utilizzando la planetaria, quindi sciogliere il lievito nell’acqua tiepida (37°) e aggiungere il malto d’orzo, poi la farina intervallata dall’acqua e per ultimo aggiungere l’olio a filo. Quando preparo i grissini sono molto attenta che abbiano lo stesso spessore in tutta la lunghezza altrimenti bruciano nei punti in cui sono sottili e rimangono morbidi nei punti ove sono più grossi. A dire il vero le sorelle Simili, nell’introduzione della ricetta, dicono che il risultato abbastanza irregolare (più grosso o più fino in alcuni punti) rappresenta la peculiare caratteristica di questo prodotto.

Se piace potete cospargere i grissini con semi di sesamo, papavero, lino ecc.. prima di cuocerli.

Io uso il forno statico, quando vedo che i grissini cominciano a lievitare abbasso il forno (dopo 15 minuti circa) a 180° e dopo 10-15 minuti a 150°. Nel mio forno serve un po’ più di tempo rispetto a quello indicato in ricetta. Come vedete nella foto, lascio asciugare i grissini nella stufa a legna ad una temperatura di 100° o poco più anche per un’ora e ogni tanto assaggio se sono croccanti.

Le foto fanno riferimento a preparazioni realizzate in due tempi diversi.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

OLYMPUS DIGITAL CAMERA