Cuoca Per Diletto 10 min. 15 min.

Da tempo cercavo un’ottima ricetta per preparare le castagnole. Mi piacciono tanto e qui potete trovare una versione fatta anni fa, ma le volevo diverse. La ricetta delle castagnole morbide alla ricotta è stata pubblicata da Giosuè Filomena e qui vi segnalo anche il suo canale youtube. Cosa mi ha stupito? La semplicità della preparazione e poi…la forma sferica, quasi perfetta nel momento in cui si friggono. Eh sì perché a me le castagnole si crepavano sempre quando le cucinavo. Ultima cosa, queste castagnole sono soffici e si mantengono benissimo per un paio di giorni. Anzi, se devo essere sincera le ho apprezzate di più nei giorni seguenti che appena fritte. Consiglio una ricotta fresca e molto asciutta. Quest’ultima vi permetterà di ottenere un impasto tenero da lavorare, ma riuscirete con pochissima farina a formare le palline. E’ proprio la morbidezza dell’impasto che permette alle castagnole di gonfiare e non di crepare. Che dire? Ringrazio tanto Filomena per la sua pubblicazione perché mi ha soddisfatta moltissimo e mi ha permesso di assaggiare la castagnola dei miei sogni. E non lo dico per dire…da tempo desideravo arrivare a questo risultato.

Ingredienti:

  • Farina 00 g.250
  • Ricotta g.250
  • Un uovo intero
  • Zucchero semolato g.80
  • Un pizzico di sale
  • Vanillina un pizzico
  • La buccia grattugiata di mezzo limone bio
  • Due cucchiaini di lievito per dolci
  • Liquore due cucchiai

 

Impastare tutti gli ingredienti. Lasciare riposare l’impasto trenta minuti. Non ricordo se quest’ultimo passaggio è indicato da Filomena, ma io lo faccio. Formare le palline e poi friggere. L’olio dovrebbe essere a 160°C circa, non troppo caldo altrimenti le castagnole bruciano subito all’esterno e dentro rimangono crude.

Personalmente mi piacciono moltissimo il giorno dopo.