Cuoca Per Diletto 10 min. 15 min.

Una settimana fa, in molti mi hanno scritto per la ricetta dei bomboloni o krapfen (che dir si voglia) vista sul mio profilo Facebook. Qui nel blog ne ho già inserite alcune e oggi pubblico una nuova ricetta, la cui riuscita è assicurata. Mi piace molto questa versione perché la pasta risulta molto leggera e all’interno i bomboloni risultano vuoti, perfetti per essere farciti con tantissima crema oppure con crema, panna e fragole come ho fatto io. Molti credono che siano complicati da realizzare, invece non c’è niente di più semplice, se avete un po’ di pratica con gli impasti non risulteranno difficili. Le regole per un buon impasto sono sempre le stesse: alla fine deve risultare bene incordato, liscio, elastico. L’esperienza vi farà capire da sole quando siete arrivate a questo risultato, affidatevi al vostro buon senso, al tatto, alla vista e al cuore! Andiamo alla ricetta…

Ricetta di P.Sersante

Ingredienti:

 

  • 300 gr di farina (50% manitoba e 50% farina 00)
    50 gr di acqua
  • 1 uovo
  • 1 tuorlo
    30 gr di latte (+ 2 o 3 cucchiai al bisogno)
  • 16 gr di lievito di birra fresco
  • 5 gr di sale
  • buccia di 1 arancia piccola
  • 45 gr di burro
  • 50 gr di zucchero
    estratto di vaniglia 1 cucchiaino

 

Per farcire i bomboloni:

crema pasticcera o marmellata di albicocche. Io li ho farciti con crema, fragole e panna!

Procedimento:

Fare un pre-impasto con 50 gr di farina presa dal totale, 50 gr di acqua, il lievito. Mescolare in una ciotola quel tanto che basta per amalgamare. Coprire con pellicola e far lievitare 30-40 minuti.

 

Impastare a mano o nell’impastatrice il primo impasto lievitato, il latte e farina quanto basta ad ottenere un impasto morbido ma legato, incordare.
Aggiungere l’uovo battuto in tre volte seguito da 1/3 di zucchero e farina quanta serve a legare; infine il tuorlo seguito dal sale e tutta la farina.
Se l’impasto è molto sostenuto (dipende dalle farine) aggiungere 2 o 3 cucchiai di latte poco alla volta.
Quando il tutto è ben amalgamato, aggiungere il burro morbido a pezzetti, la buccia dell’arancia, infine la vaniglia a filo.

L’impasto va incordato bene, nell’impastatrice ci vorranno circa 20 minuti. A mano andrà sbattuto sulla spianatoia e impastato molto bene fino a che diventerà elastico e si staccherà dalla tavola in un solo pezzo.

 

Metterlo a lievitare ben coperto fino al raddoppio. Riprendere l’impasto, poggiarlo sulla spianatoia leggermente infarinata e sgonfiarlo leggermente. Fare delle pieghe del secondo tipo, quelle in cui si prendono i lembi dell’impasto e si portano verso il centro.

Far riposare 10 minuti coperto con la chiusura sotto.

 

Stendere col matterello la pasta, all’altezza di un dito. Tagliare con un coppapasta. A questo punto ci sono due strade:

Posare su un piano infarinato la produzione, coprire con pellicola, attendere circa 1 ora e 15 minuti e friggere i krapfen in olio di arachide, profondo, 170°C ovviamente se abbiamo un termometro siamo avvantaggiati. Scolare su carta assorbente, rotolare nello zucchero e farcire.

Se invece vorrete un impasto ancor più leggero e assolutamente strepitoso, formate i bomboloni, metteteli in un vassoio infarinato, coprite con pellicola e mettete in frigo fino al mattino dopo, tra i 4/5°C.

Al mattino tirate fuori, lasciate 2 ore a temperatura ambiente e proseguite come sopra.

 

Io ho scelto tutte e due le volte di friggere qualcosina in serata e il resto il giorno dopo.

Volete provare un’altra versione assolutamente ottima? Guardate qui.