Cuoca Per Diletto 40 min. 35 per il pan di spagna min.

Il tiramisù è un dolce italiano conosciuto e imitato in tutto il mondo, facile da preparare e di «una bontà straordinaria» come dice il  grande pasticcere Iginio Massari. Ripropongo alcune sue affermazioni a proposito di questo dessert, rilasciate in una sua intervista. « Il buon tiramisù si riconosce dal fatto che quando uno lo mangia deve sentire di assaporare una nuvola… Il tiramisu è sicuramente trevisano e sulla sua nascita esistono due storie. La prima racconta che fosse usato come dolce per energizzare i ragazzi prima degli esami. Altri dicono che fosse il geniale rimedio di una maitresse per ridare vigore ai clienti più fiacchi. Ma la prima versione è sicuramente più vicina alla realtà… Sì, noi italiani deteniamo il monopolio mondiale nella produzione di questo dessert. D’altra parte, sono molti gli stranieri che ci imitano ed è per questo che oggi è uno dei tre dolci italiani più venduti al mondo, dopo il panettone e il pandoro». E dopo le indiscutibili parole di Iginio Massari non resta che provare a farlo!

 

Crema tiramisù classica

Ricetta di Luca Montersino da: «Tiramisù e chantilly».

Ingredienti:

  • Base tiramisù pastorizzata g.450
  • Mascarpone g.500
  • Panna g.500

Mescolate alla base pastorizzata il mascarpone utilizzando una frusta, quindi unite la panna leggermente montata.

Per la base pastorizzata:

  • Tuorli g.175
  • Zucchero semolato g.340
  • Acqua g.100
  • Baccello di vaniglia

In un pentolino portate alla temperatura di 121°C l’acqua e lo zucchero mescolando bene. Incorporate i tuorli già semimontati con i semi della vaniglia. Montate fino a raffreddamento.

 

Note: Per le dosi dovete regolarvi in base alla quantità e allo stampo che usate. Lo stampo in foto è un diametro 26, ho utilizzato g.400 di mascarpone, g.400 di panna e g.360 di base tiramisù. Ho utilizzato la bagna classica con il caffe’ (decaffeinato per me) e qualche cucchiaio di zucchero. La fascia decorativa è stata realizzata con pasta sigaretta al cioccolato e pasta biscotto. Non ho utilizzato i savoiardi come base, ma un pan di spagna e qualche grammo di gelatina poiché Luca Montersino nel suo libro, a p.62 cita anche questa possibile variante per ottenere una torta facile da tagliare.

Le preparazioni di base…

Vedete come si taglia bene?