Cuoca Per Diletto 30 più lievitazione min. 6-8 min.

Piccoli dischi di pasta che diventano meravigliosi krapfen…non amano il calore del forno, ma l’olio bollente. Come prepararli? Sicuramente con la ricetta del maestro I.Massari. Questi krapfen sono di una golosità assoluta e consiglio veramente di provare questa ricetta perché non sarete delusi. Ho preferito farcire i krapfen con la crema pasticcera, ma si possono usare anche le confetture, di solito la confettura di albicocca è indicata per questo uso. Vediamo la ricetta….


Ingredienti:

Ricetta tratta da NSZ.2 di I.Massari

  • Farina bianca 00 manitoba g.500
  • Zucchero g.60
  • Burro g.80
  • Lievito di birra fresco g.25
  • Sale g.8
  • Uova intere g.200
  • Tuorli g.20
  • Latte a 30° C g.80
  • Rum g.20
  • Scorza di mezo limone grattugiata
  • Vaniglia un baccello

Dopo aver messo da parte 70g di uova, il latte e il rum lavorare tutti gli altri ingredienti in una planetaria per 5 minuti a media velocità, fino a formare una palla elastica. A questo punto incorporare i liquidi (latte, uova rimaste e rum) in tre volte, facendo assorbire bene ogni volta. Far lievitare la pasta per due ore, finchè il volume sarà triplicato. Suddividere l’impasto in palline da 35-40g ciascuna e lasciare lievitare ancora finchè triplicano di volume. Friggere in olio bollente a 176°C. a metà cottura, dopo circa tre minuti, rigirare il krapfen. Il dolce è perfetto, se a cottura ultimata, avrà sulla circonferenza un anello chiaro. Un krapfen troppo lievitato diventa grinzoso; uno poco lievitato non avrà l’anello e rimarrà pesante e gommoso. Questa riga chiara si forma quando la pasta è lievitata regolarmente. A cottura ultimata farcite con crema pasticcera o confettura. Per la farcitura usate la sac à poche con bocchetta lunga e sottile. La farcitura non deve superare il terzo del peso del krapfen. Una spolveratina di zucchero a velo vanigliato completerà la vostra opera!

Se volete provare un’altra golosa ricetta di krapfen, guardate qui!