Cuoca Per Diletto 30 min. 10 min.

Adoro le castagnole perché mi ricordano la mia infanzia, quanto mi piacevano e come le preparava bene la mia mamma. Di solito lei  impastava la domenica pomeriggio e per me era una grande festa! Aspettavo che le castagnole, tolte dall’olio bollente, si raffreddassero per poterle cospargere di zucchero a velo che le rendeva ancora più belle e golose. La mamma le faceva «ad occhio» come diciamo dalle nostre parti, cioè non pesando nulla poi per un lungo periodo di tempo non le ha più fatte ed ahimè l’incantesimo si è spezzato. A lungo ho cercato una ricetta che rispecchiasse il sapore che ricordavo, poiché uno scritto vero e proprio non era mai esistito! Infine ho trovato questa ricetta che mi piaceva e in effetti mi riportava al passato….allora l’ho scritta e conservata con cura e come potete immaginare… vige severa vicino alla bilancia ogni volta che intendo preparare questi dolcetti, e accompagna con gioia la mia festa di Carnevale!

Ingredienti:

  • Farina 00 g.500
  • Uova n.3 intere + 2 tuorli
  • Burro g.125
  • Zucchero g.125
  • Lievito in polvere una bustina
  • Un bicchierino di grappa
  • La buccia grattugiata di un’arancia

Setacciare il lievito e la farina insieme più volte poi montare leggermente le uova e lo zucchero aggiungere il burro fuso freddo e impastare con il resto degli ingredienti fino ad ottenere un impasto liscio e omogeneo. Lasciare riposare l’impasto un’ora avvolto da pellicola trasparente e poi friggere in olio non troppo caldo. Quando le castagnole sono fredde si possono servire cosparse di zucchero a velo.

Note: Se l’olio è troppo caldo, le castagnole scuriscono subito rimanendo però crude all’interno!