Cuoca Per Diletto 20 min. 35 circa min.

Oggi vi propongo un dolce che avevo preparato e fotografato lo scorso autunno e che poi non ho più pubblicato! Riguardavo le foto oggi e pensavo…perché no? Non è un dolce autunnale è un ottimo dolce per la colazione e facilissimo da realizzare. Mentre lo preparavo pensavo a tutte quelle mamme che desiderano cucinare qualcosa di buono e genuino per i loro bambini, ma che non dispongono di tantissimo tempo… ecco questa è la ricetta ideale perché si impasta velocemente e non c’è nulla di complicato!

Questa ricetta è tratta dal libro: ”Torte e pasticcini” di Armanda Capeder. Ricordo ancora che da piccola mi piaceva tanto sfogliare questo libro, guardavo ogni immagine con ammirazione, gli occhi mi si illuminavano ad ogni pagina perché mi sembrava che ogni torta fosse magnifica. Solo ora mi chiedo perché adoravo in silenzio questo dolce senza chiedere alla mia mamma di prepararlo….

 

Bensone all’emiliana

 

Ingredienti per sei persone:

  • 500 gr di farina 00
  • 125gr di zucchero
  • 100gr di burro
  • 2 uova intere e 1 tuorlo
  • Una bustina di lievito per dolci
  • Un limone
  • Poco latte
  • Un pizzico di sale

Per guarnire:

  • 30gr di zucchero in granella
  • Un tuorlo per spennellare
  • Zucchero a velo (mia aggiunta).

Versare la farina sulla spianatoia, unire lo zucchero semolato e la scorza grattugiata del limone; mescolare bene e fare al centro la fontana, rompervi nel mezzo due uova intere e un tuorlo, unire il burro a pezzetti, un pizzico di sale e il lievito stemperato in poco latte tiepido; impastare gli ingredienti e lavorare energicamente l’impasto per una decina di minuti. Lasciar riposare la pasta per una mezz’ora, quindi darle la forma di una “esse” e appoggiarla sulla placca del forno unta di olio (io ho usato la carta forno).

Pennellare la superficie del dolce con il rimanente uovo sbattuto e cospargere con lo zucchero in granella; cuocere in forno a calore medio per circa cinquanta minuti.

 

Note: Per comodità ho impastato tutto con la planetaria usando la frusta a «K» e poi velocemente ho lavorato a mano per compattare bene. Ho cotto in forno statico a 160° per circa 35 minuti. Non ho spennellato con l’uovo. Volendo si può sostituire un terzo della farina con fecola. Per quanto riguarda il latte ne servirà circa un quarto di bicchiere da dosare a poco a poco, l’impasto non deve risultare troppo morbido. Il sapore è quello di una ciambella, l’impasto assomiglia a quello di una pasta frolla.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Una foto dell’interno del dolce

OLYMPUS DIGITAL CAMERA